Le 10 cose da vedere a Bergamo

Da un po’ di tempo è scoppiata sul web la moda delle classifiche: le 10 canzoni più belle dell’estate, le 50 gelaterie più buone d’Italia, i 20 migliori siti internet, i 10 vicini di ombrellone che non vorresti mai avere e via dicendo. Tra le più classiche sicuramente ci sono le classifiche riguardanti il turismo, per capirci le 10 città imperdibili o le 10 più belle d’Italia.

Travolti anche noi dalla hit mania, cavalchiamo l’onda e stiliamo la lista de “Le 10 cose da vedere a Bergamo”.

10 – Via Pignolo Alta. È la strada scelta dagli aristocratici durante il dominio veneziano per edificare i palazzi nobiliari che ancora oggi ornano la salita, con i loro portici, cortili e giardini raffinatissimi. Tra gli edifici di rilievo ci sono il settecentesco Palazzo Bonomi, il Palazzo Daina che ricorda Palazzo dei Diamanti di Ferrara, Palazzo albani-Bonomi e Palazzo Grataroli-Marenzi, in stile rinascimentale.

9 – Via Bartolomeo Colleoni. Chiamata dai bergamaschi “corsarola”, ovvero passeggiata, è il luogo in cui la gente si riversa durante il fine settimana poiché piena di negozi, bar, alberghi e ristoranti esattamente come un tempo quando erano le locande e le osterie ad affacciarsi sulla via.

8 – Il Sentierone. È un viale alberato edificato nel 1620 dai mercanti bergamaschi a fine commerciale ed oggi è diventato luogo di passeggio cittadino. Si affacciano su questo luogo il Settecentesco Teatro Donizetti, la chiesa di San Bartolomeo e Stefano che ospita la Pala Martinengo dipinta da Lorenzo Lotto e l’edificio una volta sede degli affari commerciali e che ora ospita sotto il suo portico, negozi e locali noti come la pasticceria Balzer.

7 – Chisa di Santa Maria Maggiore. La chiesa dei cittadini le cui basi furono poste nel 1137, è oggi uno dei monumenti più particolari e rilevanti di Città Alta e di Bergamo. All’esterno lo stile è romanico, ma ricchi sono i portali edificati nel Trecento, i quali sono posti su due facciate della basilica, così che essa presenta due ingressi. L’interno, invece, è un mix di affreschi medievali e stucchi barocchi, sono contenute opere ideate da Lorenzo Lotto, arazzi, strutture finemente scolpite. La chiesa ospita la tomba di Gaetano Donizetti accanto a quella del suo maestro Simone Mayr.

6 – Accademia Carrara. Un edificio del primo Ottocento su tre livelli che presenta all’esterno una facciata neo-classica e all’interno custodisce più di 1800 tra i dipinti più belli e prestigiosi dell’arte italiana. Tra gli artisti presenti, Botticelli, Pisanello, Bellini,Carpaccio, Mantegna, Tiziano e Raffaello. Inoltre presenti opere di artisti locali come Moroni e Baschenis e, singolare, sono conservate anche 26 carte di uno dei più antichi mazzi di tarocchi.

5 – Mura Venete. Costruite sotto il dominio veneziano, queste mura non sono mai state usate per scopi difensivi, così sono divenute luogo di passeggiate e parte integrante del paesaggio: infatti rendono suggestiva la città e la vista che si ha da essa.

4 – La funicolare. Il mezzo di trasporto voluto dai bergamaschi nell’800 per permettere un facile e rapido collegamento tra la città bassa e la città alta. Il dislivello è di 85 metri, la pendenza massima raggiunge il 52% e il costo del biglietto di euro 1,25 vale i 3 minuti di corsa con la possibilità di godere del panorama.

3 – Castello di San Vigilio. Con il secondo troncone della funicolare, è possibile raggiungere il castello che si trova nella parte più alta di Città Alta, da cui si gode di una vista mozzafiato. La prima fortificazione del castello risale al IX secolo e se ne vedono oggi le quattro torri circolari, mentre la Repubblica di Venezia lo dotò di discese che collegavano il castello ai cunicoli sotterranei i quali portavano direttamente alle mura e custodivano l’artiglieria, così da renderlo un vero e proprio edificio di difesa.

2 – Cappella Colleoni. Il condottiero Bartolomeo Colleoni, bergamasco d’origine, decise di riservarsi un monumento grandioso. Così nacque la Cappella in suo onore, progettata dall’architetto Amadeo che diede vita a un edificio in puro stile rinascimentale italiano. Marmi bianchi, rossi e neri come quelli della chiesa di Santa Maria Maggiore che risiede accanto ornano l’esterno, mentre l’interno ci si trova di fronte al sarcofago del condottiero su cui campeggia la statua che lo rappresenta con il bastone del comando in mano in sella ad un cavallo coperto d’oro. Tutt’attorno decorazioni, stucchi e statue e, inoltre, alcuni affreschi del Tiepolo.

1 – Piazza Vecchia. Il cuore di Città Alta nella quale ci si sente avvolti dalla storia. Attorno ad essa sorgono il Palazzo della Ragione, il Palazzo del Podestà, e la biblioteca Angelo Mai. Al centro la bella Fontana Contarini. Imperdibile.

Le 10 cose da vedere a Bergamo ti guidano in questa meravigliosa città!

Author: Martina

Share This Post On
Add Comment Register



Submit a Comment