“M’Oro”: un nuovo dolce per Bergamo, in vista di Expo

Il “M’Oro” nasce dalla collaborazione di undici pasticcieri di Bergamo (Pasticceria Morlacchi, Ristorante Da Vittorio e Pasticceria Cavour, Pasticceria Manzanilla, Pasticceria Paolo Riva, Pasticceria Cortinovis, Pasticceria Ol – fa, Pasticceria Brembati, Pasticceria Ruffoni di Milesi, Pasticceria Adriano, Gelateria Pasticceria Oasi e Pasticceria Melograno), desiderosi di dare vita a un nuovo dolce “simbolo” per la città e la provincia utilizzando ingredienti legati al territorio e ricreando nella forma un mattoncino, con sembianze di un lingotto, che rimanda alle pietre squadrate delle mura.

Il dolce è composto da farina di nocciole, farina di mais e farina con l’aggiunta di cioccolato fondente e con al centro della fetta un leggero strato di pasta mandorla unito a un cuore di morbida e cremosa pasta gianduia, accompagnato da una leggera nota di rhum.

La decisione di proporre un nuovo dolce scaturisce dalla volontà di attualizzare in prospettiva Expo un prodotto ormai tradizionale come la polenta e osei, utilizzandone gli ingredienti ma con un risultato meno corposo e più facile da trasportare, anche in aereo, quindi adatto ai numerosi visitatori che si auspica incrementeranno il crescente flusso turistico in occasione dell’Esposizione universale. 

La prima ipotesi di nome era “dolce delle mura”, ma si è preferito andare alla ricerca di un nome più identificativo: “M’Oro“. La “M” sta per le mura, l’imponente fortezza difensiva che segna profondamente il profilo della città, ma anche il paesaggio per chi si trova a transitare nel territorio bergamasco.
Moro, senza apostrofo, rimanda invece al Moro di Venezia, esplicito richiamo alle origini veneziane della cinta muraria. L’Oro è il colore della carta che avvolge e preserva il dolce, oltre ad essere, in araldica, la corretta definizione del colore giallo che campeggia negli stemmi della città capoluogo e della Provincia.

Il progetto, che rientra perfettamente nelle iniziative di promozione del territorio in occasione di Expo attraverso la valorizzazione della tradizione enogastronomica locale e dei prodotti del territorio, è stato validato dal Tavolo provinciale di coordinamento per l’Expo.

Il nuovo dolce è stato presentato lo scorso 19 maggio nello Spazio Viterbi della Provincia di Bergamo.

Author: Anna

Share This Post On

Submit a Comment