Bergamo: Lapponia in Piazza Vecchia.

Dall’8 dicembre sino alla Vigilia il cuore di Città Alta, Piazza Vecchia, si trasformerà in un piccolo villaggio lappone: un bosco ricreato con cento abeti, la casa di Babbo Natale, il focolare, l’albero di Natale, gli addobbi, la neve e la musiche porteranno un po’ di magia nel bellissimo borgo bergamasco. Durante i fine settimana verranno proposte attività ludiche e creative per bambini, concerti musicali ed esibizioni canore, spettacoli e cantastorie con Babbo Natale e i suoi folletti protagonisti. Non mancheranno i dolci e il vin brulè, grazie anche all’apertura prolungata dei negozi il 21 dicembre, grandi collaboratori dell’evento, i quali parteciperanno anche al concorso “La vetrina di Natale più bella” e “Il miglior ristorante di Bergamo Alta”. Saranno i visitatori a votare e ad eleggere quindi i vincitori. Info sugli eventi di Lapponia in Piazza...

Read More
Le imponenti Mura di Bergamo
Ott21

Le imponenti Mura di Bergamo

Si notano subito le imponenti mura di Bergamo che circondano Città Alta e la racchiudono sulla collina come a proteggerla. Sì perchè era questo lo scopo iniziale delle mura, costruite per motivi difensivi ma in realtà mai usate per quello scopo. Così diventarono più un ornamento per la città, nonostante al loro interno ancora ci siano i cunicoli scavati per custodire le armi e per creare un collegamento col castello di San Vigilio che sorge sulla parte più alta del colle. Le mura sono il luogo ideale per una passeggiata, ammirando tutta la pianura, i primi monti delle Alpi Orobie, ma anche le splendide ville del borgo che sulle mura stesse si appoggiano. Prendete tempo e percorretele a piedi, godendo del suggestivo paesaggio e consigliata è la visita all’interno dei tunnel...

Read More
Piazza Vecchia Bergamo: il cuore del borgo antico
Ott18

Piazza Vecchia Bergamo: il cuore del borgo antico

La grandezza di questo luogo è inversamente proporzionale alla sua bellezza e storicità. Piazza Vecchia è il cuore del borgo antico di Bergamo e sembra trattenga attorno a se le meraviglie di Città Alta. Il Duomo, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, il Palazzo della Ragione, il Palazzo Nuovo sono alcuni dei monumenti che si affacciano sulla bella piazza al cui centro è posta la zampillante fontana Contarini. Gli edifici mostrano il carattere della città e rivelano le caratteristiche della dominazione Veneziana, rappresentata al massimo dalle effige del leone. Basterà girare su sé stessi di 360° per rimanere senza parole, per poi iniziare ad avvicinarsi per scoprire i dettagli di ciò che vi sta attorno. Consigliate anche le visite all’interno di palazzi ed edifici sacri, poichè racchiudono strutture splendide e opere d’arte uniche, come i dipinti di Lorenzo Lotto e del Tiepolo. Piazza Vecchia Bergamo: un salto nel passato rigoglioso della...

Read More
Alla scoperta dei Musei di Bergamo
Ott08

Alla scoperta dei Musei di Bergamo

Ci sono città che hanno una storia ricchissima da raccontare e per questo alcuni pezzi della storia sono raccolti in musei, per far si che vengano preservati e per poterli mettere in mostra. Poi ci sono musei che vogliono far conoscere il mondo moderno e quindi i lavori che riguardano l’attualità. La natura è già un museo di per sé, quindi come tale la si protegge e valorizza. Bergamo, oltre al suo museo a cielo aperto ovvero Città Alta, possiede molti tesori e cerca di farli conoscere e di non farne perdere le tracce. I musei di Bergamo sono articolati sia in città bassa che in città alta. Uno dei più noti è l’Accademia Carrara, la pinacoteca che prende il nome dal suo fondatore e che ha un catalogo di più di 400 opere ma purtroppo è ora chiusa per restauro. Per questo motivo molte mostre vengono spostate in altri ambienti tra i quali c’è la GAMeC, la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, stretta collaboratrice dell’Accademia. Alla GAMeC esiste una collezione permanente che conserva opere di Fontana, Radice, Tancredi e la collezione Manzù. Inoltre dà spazio a varie mostre, spesso di giovani artisti, ospita eventi culturali e musicali ed è in collaborazione con musei internazionali. La si trova in città bassa in via San Tomaso, di fronte alla pinacoteca. In Città Alta è presente un maggior numero di musei, sia civici che gestiti dalla Fondazione Bergamo nella Storia. In piazza Cittadella si trova il museo archeologico che conserva reperti archeologici di varie epoche. I percorsi espositivi riguardano i ritrovamenti avvenuti nel territorio bergamasco appartenenti alla preistoria e protostoria, all’epoca romana, alle origini della città, e all’epoca medievale, più una piccola collezione di sculture greche e romane e la collezione egizia. Nello stesso edificio in Piazza Cittadella è collocato anche il Museo di Scienze Naturali E.Caffi che possiede collezioni permanenti di paleontologia, zoologia e scienze della terra oltre al settore espositivo con mostre interattive. Un piccolo paradiso terrestre visitabile da tutti è l’orto botanico “Lorenzo Rota” in cui sono raccolte le principali categorie di fiori e piante, che non vengono solo messe in mostra ma anche conservate se sono piante minacciate. I musei gestiti dalla Fondazione Bergamo nella Storia sono il museo storico, dislocato nelle sedi della Rocca e in quella del Convento di San Francesco, il museo Donizettiano, il Campanone e la torre dei caduti, questi ultimi due visitabili su prenotazione. C’è l’imbarazzo della scelta tra i musei di...

Read More
Le 10 cose da vedere a Bergamo
Ott07

Le 10 cose da vedere a Bergamo

Da un po’ di tempo è scoppiata sul web la moda delle classifiche: le 10 canzoni più belle dell’estate, le 50 gelaterie più buone d’Italia, i 20 migliori siti internet, i 10 vicini di ombrellone che non vorresti mai avere e via dicendo. Tra le più classiche sicuramente ci sono le classifiche riguardanti il turismo, per capirci le 10 città imperdibili o le 10 più belle d’Italia. Travolti anche noi dalla hit mania, cavalchiamo l’onda e stiliamo la lista de “Le 10 cose da vedere a Bergamo”. 10 – Via Pignolo Alta. È la strada scelta dagli aristocratici durante il dominio veneziano per edificare i palazzi nobiliari che ancora oggi ornano la salita, con i loro portici, cortili e giardini raffinatissimi. Tra gli edifici di rilievo ci sono il settecentesco Palazzo Bonomi, il Palazzo Daina che ricorda Palazzo dei Diamanti di Ferrara, Palazzo albani-Bonomi e Palazzo Grataroli-Marenzi, in stile rinascimentale. 9 – Via Bartolomeo Colleoni. Chiamata dai bergamaschi “corsarola”, ovvero passeggiata, è il luogo in cui la gente si riversa durante il fine settimana poiché piena di negozi, bar, alberghi e ristoranti esattamente come un tempo quando erano le locande e le osterie ad affacciarsi sulla via. 8 – Il Sentierone. È un viale alberato edificato nel 1620 dai mercanti bergamaschi a fine commerciale ed oggi è diventato luogo di passeggio cittadino. Si affacciano su questo luogo il Settecentesco Teatro Donizetti, la chiesa di San Bartolomeo e Stefano che ospita la Pala Martinengo dipinta da Lorenzo Lotto e l’edificio una volta sede degli affari commerciali e che ora ospita sotto il suo portico, negozi e locali noti come la pasticceria Balzer. 7 – Chisa di Santa Maria Maggiore. La chiesa dei cittadini le cui basi furono poste nel 1137, è oggi uno dei monumenti più particolari e rilevanti di Città Alta e di Bergamo. All’esterno lo stile è romanico, ma ricchi sono i portali edificati nel Trecento, i quali sono posti su due facciate della basilica, così che essa presenta due ingressi. L’interno, invece, è un mix di affreschi medievali e stucchi barocchi, sono contenute opere ideate da Lorenzo Lotto, arazzi, strutture finemente scolpite. La chiesa ospita la tomba di Gaetano Donizetti accanto a quella del suo maestro Simone Mayr. 6 – Accademia Carrara. Un edificio del primo Ottocento su tre livelli che presenta all’esterno una facciata neo-classica e all’interno custodisce più di 1800 tra i dipinti più belli e prestigiosi dell’arte italiana. Tra gli artisti presenti, Botticelli, Pisanello, Bellini,Carpaccio, Mantegna, Tiziano e Raffaello. Inoltre presenti opere di artisti locali come Moroni e Baschenis e, singolare, sono conservate anche 26 carte di uno dei più antichi mazzi di tarocchi....

Read More